FacebookMySpaceTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed

Benvenuti nel Portale ideato e diretto dal Dott. Roberto Cancellieri responsabile UOSD Radiologia Interventistica Sant'Eugenio e CTO

 

Vertebroplastica

Stampa
Categoria: Non categorizzato
Visite: 674

VERTEBROPLASTICA

La Vertebroplastica Percutanea è una procedura terapeutica mini-invasiva di Radiologia Interventistica per il trattamento delle fratture vertebrali dolorose e consiste nell’iniezione attraverso un ago metallico introdotto sotto la guida della fluoroscopia digitale, di un cemento a bassa viscosità già da tempo impiegato in interventi ortopedici. Il cemento, denominato polimetilmetacrilato o PMMA, si diffonde all’interno del corpo vertebrale fratturato, prevenendo ulteriori cedimenti. Ciò determina una riduzione del dolore Tale procedura ottiene ottimi risultati nel trattamento del dolore causato da Osteoporosi e Metastasi vertebrali. La Vertebroplastica viene eseguita in anestesia locale e richiede il ricovero di un giorno,chi hanno usufruito di tale terapia hanno riferito una cospicua o completa riduzione del dolore potendo così smettere di indossare il busto, ridurre o sospendere l'assunzione di farmaci analgesici migliorare così la qualità della vita.La Vertebroplastica ha lo scopo di curare il dolore

Nei pazienti con Metastasi vertebrali la vertebroplastica non è in alcun modo da considerarsi come una terapia oncologica

Varicocele

Stampa
Categoria: Non categorizzato
Visite: 806

VARICOCELE

Varicocele si definisce la dilatazione varicosa delle vene dei testicoli (plesso pampiniforme). Da qui il sangue refluisce nella vena spermatica interna che a sua volta trasporta il sangue indietro sino al cuore. In alcuni uomini Insorge solitamente tra i 15 e 25 anni, eccezionalmente prima,Presenta una incidenza elevata (circa il 15% dei giovani visitati alla leva); nell’85% dei casi è localizzato a SN, nell’11% è bilaterale e solo nel 4% a DX.

SINTOMI

Molte persone ammalate di varicocele non accusano nessun sintomo (molto spesso si accorgono di averlo perché non riescono ad avere figli!); questo dipende spesso dalle sue dimensioni. Quando le dimensioni siano sufficienti a causare sintomi questi sono sostanzialmente due:

  • dolore

  • problemi di infertilità

Il dolore associato al varicocele è dovuto all'eccessiva pressione del sangue all'interno delle vene. Tale aumento pressorio così come il dolore aumentano quando si sta in piedi per lunghi periodi di tempo, nell'attività sportiva o sollevando pesi. Il varicocele pelvico femminile è spesso causa di una sintomatologia dolorosa cronica nella donna che si può accentuare durante il ciclo mestruale e dopo i rapporti sessuali

DIAGNOSI

L'Eco-Doppler è un esame non- viene solitamente eseguito con il paziente in piedi in modo tale che le vene ripiene di sangue sono più agevolmente visibili.

TERAPIA

Esistono attualmente due opzioni Prima la scleroembolizzazione percutanea attraverso catetere che viene eseguita da un Radiologo Interventista. La Seconda opzione è l'intervento chirurgico Dopo una lieve anestesia locale in sede brachiale DX Si introduce quindi un piccolo catetere del diametro che giunge sino in corrispondenza della vena spermatica interna SN (se il varicocele è a SN) o DX (se il varicocele è a DX). A questo punto iniettando una piccola quantità di liquido di contrasto viene visualizzato il varicocele e le vene che lo compongono decidendo così quali sono le vene dilatate e incontinenti. Si inietta quindi una piccola quantità di farmaco sclerotizzante Questo tipo di intervento si esegue in DaySurgery, vale a dire che circa un’ora dopo il trattamento il paziente può alzarsi Non esistono particolari controindicazioni al trattamento (una controindicazione relativa può essere la presenza di gravi allergie nel paziente che sono da valutare con il medico Radiologo Interventista).

COMPLICANZE

GRAVI come l'atrofia del testicolo sono descritte raramente in letteratura dopo qualsiasi tipo di trattamento; sono un evento eccezionale e non si sono mai verificate nella Nostra esperienza.

LIEVI sono possibili ma poco frequenti e possono essere di tipo generale o locale:

- Reazioni allergiche al mezzo di contrasto, alla sostanza sclerosante o all'anestetico locale sono molto rare e comunque nei soggetti che hanno una storia di allergie si esegue una terapia desensibilizzante per qualche giorno prima del trattamento.

- Reazioni generali come calo della pressione e senso di mancamento sono legate alla particolare sensibilità del paziente, si risolvono sempre prontamente.

- Sensazione di dolore o fastidio nella regione inguinale è possibile subito dopo il trattamento ed è dovuta all'azione irritante del farmaco sclerosante. Si risolve in 48 ore. Nel trattamento del varicocele pelvico femminile può persistere per i primi giorni un dolore pelvico spesso riferito come "colica".

- Gonfiore scrotale, arrossamento e/o dolore testicolare sono rari ma possibili dopo terapia sclerosante; si risolvono anch'essi in pochi giorni con terapia antinfiammatoria.

- Piccoli ematomi nel punto di inserzione del catetere si riassorbono prontamente con applicazione

Dove siamo

Stampa
Categoria: Non categorizzato
Visite: 834


Ospedale S.Eugenio – P.le dell’Umanesimo, 10 – 00144 Roma

JavaScript deve essere attivo per utilizzare Google Maps.
Sembra infatti che JavaScript sia disabilitato o non supportato dal tuo browser.
Per visualizzare le Google Maps, attiva JavaScript modificando le opzioni del tuo browser e poi riprova.

Stampa

Curriculum Vitae

Stampa
Categoria: Non categorizzato
Visite: 1169

Informazioni personali

 

Nome

 

ROBERTO  CANCELLIERI

Indirizzo

 

VIA GUGLIELMO FERRERO 8       ROMA

Telefono

 

+39 329-7671920

E-mail

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nazionalità

 

ITALIANA

Luogo e Data di nascita

 

ROMA, 13/03/1970 

 

Esperienza lavorativa

 

Date (2000-2011)

 

 

Ha svolto attività assistenziale nella disciplina di Radiodiagnostica nell’ambito di rapporti in regime di consulenza libero-professionale con l’Azienda Ospedaliera Policlinico Tor Vergata (PTV) nel periodo: gennaio 2001 – novembre 2003 dove ha svolto servizio in: Ecografia, Radiologia Tradizionale, Tomografia Computerizzata, Risonanza Magnetica (con particolare riguardo alla RM body, RM vascolare) e Radiologia Interventistica.

 

Nome e indirizzo del datore di lavoro

 

OSPEDALE S.EUGENIO, Piazzale Umanesimo 10 ROMA

Tipo di azienda o settore

 

Azienda Sanitaria ROMA C

Tipo di impiego

 

Medico Radiologo

Principali mansioni e responsabilità

 

Dirigente Medico I Livello

 

Istruzione e formazione

 

Date (1990-2000)

 

Ha frequentato il corso di Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università

“La Sapienza” di Roma dal 1989 al 1995 e conseguito il Diploma di Laurea in data

 29-settembre-1995 con votazione finale di 110 su 110 e lode.

-           

 

Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione

 

Università degli Studi di Roma “la Sapienza” e “Tor Vergata”

 

Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio

 

Facoltà di Medicina e Chirurgia- Specializzazione in Radiodiagnostica e Radiologia Interventistica

 

Qualifica conseguita

 

Laurea in Medicina a Chirurgia; Specializzazione in Radiodiagnostica e Radiologia Interventistica

 

 

 

 

 

Capacità e competenze personali

 

Ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Diagnostica per immagini e Radiologia Interventistica (dir.: prof. G.Simonetti) presso l’Università “Tor Vergata” di Roma in data

23 novembre 2000 con la votazione finale di 50 su 50 e lode, discutendo la Tesi Sperimentale: “Trattamento endovascolare degli aneurismi dell’aorta addominale: Risultati a breve e lungo termine dei controlli post-procedura”.

E’ risultato vincitore della Borsa di studio per la ricerca, bandita dalla AFAR svoltasi presso il l’Ospedale “S.Giovanni Calibita” Fatebenefratelli- Isola Tiberina- Roma Dipartimento di Radiologia nel 2001.

Vincitore nell’anno accademico 2000-2001 del concorso per l’ammissione al dottorato di ricerca in “Procedure interventistiche” XVI ciclo (durata: 3 anni) della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata per titoli e colloquio, esercitato presso il Dipartimento di Diagnostica per Immagini e Radiologia Interventistica (dir: Prof. G. Simonetti) dello stesso ateneo.

Vincitore nell’anno accademico 2004-2005 del concorso per  l’ammissione al Master

Universitario di II livello in “Tecniche endovascolari - MET” della durata biennale conseguendo il diploma finale con votazione 110/110 e lode. 

 

 

 

         

 

Madrelingua

 

ITALIANO

Altre lingua

   INGLESE, SPAGNOLO

Capacità di lettura

 

[buono]

Capacità di scrittura

 

[buono]

Capacità di espressione orale

 

[buono]

 

Capacità e competenze relazionali

 

 

BUONA CAPACITÀ D LAVORO IN EQUIPE E DI RELAZIONE INTERPERSONALE  SVILUPPATA ANCHE IN ESPERIENZE LAVORATIVE IN AMBIENTI MULTICULTURALI

 

Capacità e competenze organizzative  

.

 

Coordinamento e amministrazione di persone, progetti, bilanci; sul posto di lavoro.   Sviluppo e organizzazione di attività clinica in equipe con colleghi di altre specialità in pool clinici per radiologia Body ed interventistica.

 

 

Capacità e competenze tecniche

 

 

Buona capacità utilizzo PC (Word, Power Point, Excel, Internet), attrezzature specifiche, macchinari.

 

Altre capacità e competenze

 

 

radiologo vascolare ed interventista con competenze specifiche su apparato vascolare ed extravascolare

 

Scarica qui il CV completo in formato PDF

Powered By Parsec for  

Questo sito /portale è rivolto alle persone interessate al tema trattato, siano esse pazienti, familiari, operatori sanitari. I contenuti di questo sito hanno scopo esclusivamente informativo: non intendono sostituire, in alcun modo, la relazione tra il paziente e il medico/specialista. Questo sito non ospita campagne pubblicitarie, né riceve sovvenzioni per la pubblicazione di contenuti commerciali. Eventuali banner presenti sono documentati e vengono utilizzati esclusivamente per le spese di gestione del sito/portale